(non) DIMENTICARE GERENZANO

 In Aquila Signorina
di Gabriele Argazzi


Saronno (zona Varese), febbraio 2017.

Le Signorine fuori per spettacoli, come sempre.

L’albergo … il nostro non luogo.  Stavolta vicino, a Gerenzano.  In quella tessitura di periferie, capannoni e centri commerciali che è quello che sta a nord di Milano.

«C’è un po’ di verde qui intorno ?»

«Andate al ‘Parco degli aironi‘, venti minuti a piedi attraversato il centro storico di Gerenzano».

Così ci viene detto e noi ci si va.
Voglia di camminare alimentata dalle inattese ore libere lasciate da un montaggio di quelli brevi e dalle tante ore già passate in auto.
Attraversiamo una campagna coltivata, quasi gradevole, con le piantine di frumento ancora basse e gli elettrodotti in distanza.

La passeggiata entra in questo parco, forse una vecchia cava, con un laghetto.  Qualche animale in giro. E fa sempre piacere vederne.
Se esplodete la foto li vedrete anche voi (mostravano il ‘lato b’, ma non è che avessimo pagato per un’inquadratura di favore).
.
.
Il giorno dopo, chiacchierando, resocontiamo un tardo pomeriggio tutto sommato lieto:
«Cari Gabriele e Barbara, guardate che proprio lì dietro a dove siete stati voi c’era la più grande discarica a cielo aperto d’Europa !  Non lo sapevate ?  Negli anni ’70 c’era l’alternativa tra l’odore dei biscotti della Lazzaroni e la puzza che veniva da Uboldo e da Gerenzano.  Dipendeva un po’ dal vento !»

Assolutamente no. Non lo sapevamo affatto

Orrore nr. 1

Orrore nr. 2

.

Il fulmineo racconto della nostra amica Lucina, che a Saronno vive e insegna, è scioccante: foreste abbattute, camion stracarichi di ogni porcheria che squassavano il centro del paese notte e giorno per andare a svuotarsi senza ritegno, fuochi fatui nella campagna provocati dalle emissioni non captate di gas metano, il fetore insopportabile che impregnava tutto, l’esplodere delle leucemie tra la gente. E’ successo tutto dagli anni ’60 in avanti.  Restiamo a bocca aperta e, una volta a casa, cerchiamo. Questo video (ma c’è anche un blog che ne parla) è quello che abbiamo trovato e vi invitiamo a guardarvelo e a ricordare cosa siamo stati nel nostro profondo nord: https://vimeo.com/89595536
Recent Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt